26 feb 2010

La Quaresima

Quaresima… come pensarla? E soprattutto come viverla?
Ormai ci siamo dentro, anima e corpo, o forse dentro con tutto il corpo ma forse solo parzialmente con l’anima. E se poi considerassimo i desideri, gli affetti e tutto ciò che ci vive dentro e che tante volte domina le nostre scelte, la domanda diventerebbe ancora più forte:
la Quaresima ci vive o la viviamo?
La subiamo come cristiani osservanti o la ri-creiamo come momento di incontro vivo con il nostro Dio? Già, ri-creare, rendere nuovo, riscoprire, valorizzare, sperimentare e sperimentarsi, appassionarsi, cercare, volere, ritornare… questi sono i verbi che mi vengono in mente quando penso a questi quaranta giorni: verbi di vita e non di morte! Verbi di chi crede non di chi subisce! Verbi di chi si fida non chi teme!

La tradizione ci consegna tra le mani questi quaranta giorni come un tempo particolarmante segnato dalla conversione… ma convertirsi significa volgere il cuore, la mente, la volontà verso Dio. Volgersi e ri-volgersi. Volgersi… come nuova adesione segnata e motivata dall’aver scoperto Dio, faccia a faccia, così come lui stesso si è comunicato: Dio amante del povero come del ricco, del malato come del sano, del peccatore come del giusto. Ri-volgersi… come di chi torna a casa, riscopre la luce dopo una lunga notte, sente nuovamente la voce di colui da cui si era allontanato… ri-volgersi, come di un girasole che continuamente orienta tutto se stesso verso il sole…

Ecco perchè la Quaresima non posso che associarla alla vita, perchè di vita si tratta, anzi direi, di vita pura. In questo senso acquista valore ogni cosa:

1. La penitenza diventa esercizio di temperanza su se stessi per far tacere i rumori e ascoltare il silenzio, per non lasciarsi prosciugare dai bisogni e ascoltare i desideri… del cuore, degli altri, di Dio per noi!

2. La carità diventa esercizio di amore vissuto, di adesione vibrante al Vangelo, di relazione attiva con noi stessi e con gli altri.

3. La preghiera diventa esercizio di ascolto costante perchè, per noi e su di noi, Dio ha progetti di santità che vanno oltre i nostri orizzonti; ma è in queste sue nuove logiche e prospettive che ci chiede di entrare.

Buon cammino a tutti, perchè di cammino si tratta! E che la vita, in quella non troppo lontana notte di Pasqua, possa sgorgare nuovamente, con nuova forza, nuova passione, nuovo desiderio di santità, nuova credibilità, nuova radicalità, nuova fiducia in Dio e nell’uomo!




Tratto da Cantalavita



23 feb 2010

Condivisione di link :)

Condivido con voi alcuni link che di solito "frequento", profili su PICASA. In questi giorni stò studiando parecchio DXD ma appena mi libero mi faccio un bel giro nei vostri blog.
Adesso torno a studiare, dopo il fatidico giorno vi mostro un paio di novità :)

Buona serata

19 feb 2010

Ecco cosa ho fatto in tutte queste settimane che ho avuto la sinusite...una cosa tragica, tra fazzoletti, tisane e coperte....beh, almeno mi sono consolata lavorando un pò al'uncinetto e imparando le nozioni base dei ferri.
Io leggo manga e fumetti vari e ho pensato di crearmi una borsetta così

Una borsetta di lana grigia ll'uncinetto, la base e i lati sono a maglia alta mentre il manico imbottito e la pattina raffigurante il bel faccione dell'armatura di Alphonse, un protagonista di FULL METAL ALCHEMIST. Questo è una particolare della pattina con il bel corno e la faccina un bel pò corrucciata eheh. Devo ancora terminarla come si deve, la devo foderare, creare delle taschine interne e fare un bordino tutto atorno, credo che farò un bordino a punte, è un'armatura seria lui, che credete?
Non è tecnicamente perfetta, il manico è troppo riempito, i bordi della pattina superiore si arricciano un pochetto, ma l'ho creata interamente io, senza l'ausilio di schemi...e si vede ahahhahhahah!


Ora cge stò giochicchiando anche con i ferri, il mio Mew scruta e controlla che non mi distragga troppo dallo studio, ma magari che mi distragga un poco così lui si può rubare i miei gomitoli XD




Buon fine settimana, io lo passerò a Napoli, via Colli Aminei nella libreria delle Figlie di San Paolo. Questa la presentazione :)




Dall’ascolto alla risposta, dall’incontro alla fiducia, dalla proposta al dono!
Quello che proponiamo ai giovani fino ai 30 anni è un itinerario di scoperta di se stessi, di Dio e del mondo. Non c’è fede che regga al di là di ciò che siamo e che desideriamo essere. Non c’è, nè ci sarà, rapporto con Dio senza un vero e proprio incontro, vissuto da un cuore vero, vivo e palpitante di gioia e paura, di felicità e delusione; da una mente capace di porre domande, di mettere in questione per capire, accogliere e scegliere consapevolmente; da “mani” audaci nello sporcarsi mettendosi in gioco!

Per info consulta il sito:

http://cantalavita.wordpress.com/cantalavita-1-giovani-incontri-spiritualita/

oppura contatta:

suormariangela@hotmail.it – 3408404419

10 feb 2010

Un candy e ...

Il bosco di Camelot stà collabbbbborando con una rivista di bambole e, per festeggiare l'uscita del suo primo numero. mette il palio una patatonza *.*


Stò lavorando ad un progetto domani posterò la foto, me contentaaaaa

03 feb 2010

Altri candyyyy

Emilia di Em po Bijoux ha tante belle cose da festeggiare :)


Elena di Rosa confetto propone due bellissimi premi

Alessia di Il mio blogghino propone due premi :)



Swamy La soffitta propone una idea che mi è subito piaciuta

Chiara di My country nest propone un super premio :)







Poi, volevo parlarvi di una scoperta che ho fatto recentemente. Cioè, non che sia stata io a scoprirla, ma per me era una cosa nuova!
Di che parlo? Io ho sempre freddo ma la boule dell'acqua calda prorpio non la vedo con amore XD, tempo fa avevo letto su una rivista che esistevano altre alternative: la pula (che sia di grano, di farro o di altri cereali), il riso, i noccioli di ciliegio e...ho appena scoperto che anche i semi di uva possono essere usati per scaldarmi. ù.ù che bella scoperta, ho già in mente qualche ideuzza ;)

Un pochito d'ordine :)

Ora che finisco di studiare, metto un pò in ordine i link che ho, ne ho mille mila, alcuni non più funzionanti, è una esigenza reale!


Nel frattempo vi dono un cioccolatino
estrenamente cioccolato fondente (ma non troppo amaro)
ripieni di cioccolato bianco,
amarene sotto spirito,
confettura di frutti di bosco e...
crema al mou Gnam gnam!!!




Buona merendina

01 feb 2010

Bottiglie di plastica...

Ciau a tutte!
Eh, si, in questi tempo pensavo alle bottiglie di plastica, quelle con tanta buona acqua o bollicine dolci.
Sono leggere, comode, difficilmente si rompono e di tanti bei colori, ma per contro hanno che non tutti ricordano, dopo averle bevute, di gettarle nel giusto contenitore per essere riciclate.
Beh, proprio per la mole di plastica che consumiamo in famiglia era alla ricerca di una alternativa carina e coccolos...


Ehm, scusate, mi sono fatta prendere...dicevo: avevo bisogno di riciclare le bottiglie d'acqua e guardate quet'ideona qui.
Non è bellissimo? Io trovo sia meravigliosa come idea, e può essere declinata in vari modi, in estate collanine e braccialetti sciuè sciuè multicolor di petali di plastica, oltre alle idee romanticose come, appunto, i petali nell'acqua

Ah...i cioccolattini sono venuti buonissimi :) volevo regalarli ad una mia amicona ma credo che lo farò domani...se ne avanzeranno ahahhahahhahahhahha.

Santa notte a tutti!!!




P.S.: Gumi-gumi cambia nome!!!!!! Adesso risponde solo se la chiamate Raimbowproject. Vabbhè che era più facile chiamarla prima ahahahaha, credo che nella mia mente resterà Gumi...Ha indetto un Gineway bellissimissimo, con tre premi. Chissà se è la volta buona che vinco un suo amigurumi stupendissimo. Io ho scelto Ivo, mitico.